venerdì 1 aprile 2016

Recensione "The Heir" di Kiera Cass

35 PRETENDENTI, 1 PRINCIPESSA. UNA NUOVA SELEZIONE HA INIZIO

TRAMA : Sono passati vent'anni da quando America Singer ha partecipato alla Selezione e conquistato il cuore del principe Maxon. Ora, nel regno di Illéa, è tempo di dare inizio a una nuova competizione. Il Paese infatti è in difficoltà: il popolo è inquieto e infelice, la tensione cresce ogni giorno e la situazione è sempre più precaria. Solo una Selezione potrebbe risollevare gli animi dei sudditi e alleggerire l'atmosfera. E questa volta toccherà alla futura erede al trono, Eadlyn, scegliere tra i trentacinque pretendenti arrivati a Palazzo. Il re e la regina però non hanno fatto i conti con il carattere indipendente e determinato della giovane principessa, che non ha alcuna intenzione di assecondare questa farsa e lasciare decidere agli altri della sua vita. L'idea che la Selezione possa regalarle la stessa favola d'amore dei suoi genitori non la sfiora nemmeno. Ma scoprirà presto che il suo lieto fine non è poi così impossibile come aveva pensato...


RECENSIONE : Questo libro è stato una totale sorpresa per me. Dalla figlia di America e Maxon, mi aspettavo una ragazza dolce, educata e soprattutto, per niente viziata visto il passato della madre. Mi aspettavo fosse coraggiosa, altruista e determinata.
Eadlyn è un personaggio piuttosto complesso, e per tutto il libro non sono riuscita a dire con certezza se mi piaccia o no. A primo impatto è una ragazzina viziata, che ha sempre avuto tutto dalla vita e ,nonostante ciò, si lamenta di qualcosa per cui molti pagherebbero, è determinata, ma anziché usare il suo potere con umiltà, "lo brandisce come una spada", come alla fine suo fratello gemello, Ahren, finirà per confessare.
Eadlyn non è un personaggio che a prima vista ho giudicato poter governare il regno di Illea, perché tende a mettere sempre se stessa al primo posto. E' distaccata, fuori dal mondo, e ha la stupida tendenza a far tutto per non trovare il vero amore.
Ed è proprio per questo che la nostra geniale Kiera, ha fatto sì che sia l'amore a venire da lei.
Purtroppo nel regno di Illea, nonostante l'abolizione delle caste, in molti si ribellano alla monarchia.
Maxon ha bisogno di un periodo di pausa, in cui la popolazione sia distratta e lui possa trovare una soluzione a quella disastrosa realtà. E cosa c'è di meglio se non una nuova, emozionante selezione?
Così la "POVERA" Eadlyn, viene costretta a guardare 35 concorrenti che gareggiano per conquistare il suo cuore per 3 lunghi mesi, come aveva concordato con il padre. Peccato che il suo cuore è al sicuro, nascosto nel suo petto, irraggiungibile.
Ed è qui che avviene il cambiamento.
Durante il libro la protagonista subisce una trasformazione sottile ma evidente, perché a volte, per quanto si voglia mantenere il controllo di tutto ciò che ci circonda "al cuor non si comanda" e nemmeno la potente Eadlyn Schreave può farlo.
Dei 35 pretendenti, abbiamo il fantastico, intelligentissimo, bellissimo Kyle, di cui, ahimè, sono perdutamente innamorata. Kyle è il figlio di Lady Marlee, è cresciuto a palazzo insieme alla principessa e i due sono cresciuti odiandosi a vicenda.
Per questo, quando viene estratto il suo nome, potrete immaginare lo shock di Eadlyn e di Kyle stesso che la considera una "marmocchia viziata". Ma quando i due ragazzi sono costretti a conoscersi, scopriranno che fra di loro c'è un'alchimia mai vista prima e se non avessero passato l'adolescenza a punzecchiarsi, forse avrebbero potuto trovarsi.
Come dimenticare Hale, il ragazzo alla moda che tenta in tutti i modi di sfondare le mura che la principessa ha eretto intorno al suo cuore, o il dolce, goffo Henry, che nonostante non parli la sua lingua cerca di esprimere a gesti (e CHE gesti!) i suoi sentimenti.
E alla fine la distaccata principessa, si legherà ad ognuno dei ragazzi in modo diverso e... beh, si troverà nei guai. 



VOTO







Nessun commento:

Posta un commento